E’ uno dei dolci che amavo, prima di diventare vegana. Usavo il latte ad alta digeribilità, e lo facevo raramente.
Già bevevo da tempo il latte di soia alla mattina, a causa della mia intolleranza per tutti i latticini, ma ritenevo che non fosse possibile fare una buona crema pasticcera senza latte e uova.
Quanto mi sbagliavo!! Questa ricetta è più buona veganizzata, provare per credere!
Ecco il risultato:

Ingredienti per la crema pasticcera:

500 ml di latte di soia alla vaniglia
40 grammi di amido di mais
60 grammi di burro di soia o di margarina non idrogenata
80 grammi di sciroppo di agave
mezzo cucchiaino di curcuma
la scorza di un limone biologico

Ingredienti per la frolla:

300 grammi di farina 0
150 grammi di burro di soia o margarina non idrogenata
40 grammi di latte di soia
80 grammi di zucchero di canna o 70 grammi di fruttosio
la buccia grattugiata di un limone
1 pizzico di sale
mezza bustina di lievito

Per la guarnizione un cucchiaio di malto e poche mandorle a filetti (io non le avevo e ho usato degli anacardi spezzettati, il risultato è stato ottimo lo stesso).

Procedimento

Per prima cosa fate la crema pasticcera, sciogliete l’amido di mais in poco latte di soia, aggiungete il limone grattugiato la curcuma e lo sciroppo di agave. Aggiungete poco alla volta il resto di latte di soia in cui avrete sciolto il burro di soia o la margarina non idrogenata, e fate cuocere per un paio di munuti. Mettete a raffreddare.

Per fare la frolla, mettete la farina sulla spianatoia e aggiungete il burro di soia o la margarina a tocchetti, pizzicate il tutto e aggiungete il resto degli ingredienti.
Impastate velocemente, mettete a riposare in frigo per un’ora nella pellicola.
Tirate fuori dal frigo e stendete due dischi di circa 22 cm,  facendo attenzione che la pasta non si rompa.
Mettete il primo su una placca da forno rivestita con carta apposita, aggiungete la crema pasticcera ormai fredda e stendetela, inumidite l’orlo del primo disco e aggiungete il secondo facendo combaciare le estremità.
Mettete in una ciotolina un cucchiaio di malto e allungatelo con un po’ d’acqua tiepida, spennellate con questo composto la torta. Spolverizzate con le mandorle o gli anacardi.
Infornate per 35 minuti a 170 gradi.

Annunci