Dolce semplicissimo e buonissimo. Ecco come è riuscito:

tartetatin

Ingredienti (per uno stampo di 18 cm):
4-5 mele tagliate a quarti
80 grammi di zucchero di canna
qualche goccia di rum o altro liquore per dolci
20 grammi di olio di girasole (io ho usato il Biofritto della Coop)
Per l’impasto:
140 grammi farina di tipo 1 o 2
40 grammi amido di mais
60 grammi zucchero di canna
1 pizzico di sale
buccia di limone bio grattuggiata
50 grammi di olio di girasole (vedi sopra)
50 ml di acqua
1/2 bustina di lievito bio

Procedimento:
Per prima cosa togliete il torsolo alle mele e tagliatele in quattro, pelatele e mettetele a cuocere in un tegame antiaderente con 80 grammi di zucchero di canna, 20 grammi di olio e il rum. Cuocetele piano senza aggiungere altro fino a che il liquido che si formerà verrà assorbito. Fate raffreddare.
Nel frattempo impastate insieme la farina, l’amido, l’olio, l’acqua, il sale, il lievito, la buccia di limone e lo zucchero. Fate riposare per dieci minuti e poi con le mani formate un cerchio uguale allo stampo che userete. Io ho usato lo stesso stampo senza la parte sotto, tirando con le mani sopra un foglio di carta forno.
Poi ho preso lo stampo, l’ho ricomposto e ho posizionato sotto le mele cotte e caramellate, con cautela ho poi messo l’impasto accompagnandolo verso i bordi. Alla fine con uno stuzzicadente ho fatto dei buchi per far sfiatare durante la cottura.
Ho fatto cuocere a 190 gradi per 30 minuti in forno ventilato (programma dolci). Ovviamente il vostro forno sarà diverso dal mio, e quindi anche la cottura dovrà essere fatta diversamente a seconda del tipo di forno.
Fate raffreddare per un po’ e poi togliete la parte superiore dello stampo, aiutandovi con un coltellino. Fate raffreddare ancora e con molta cautela rovesciate il dolce e togliete la parte sotto. Fate raffreddare ancora, prima di degustare.

 

Annunci